Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Home ARCHIVIO PRIMO PIANO >> 27 NOVEMBRE 2014: SCENDONO IN PIAZZA LE COSTRUZIONI
27 NOVEMBRE 2014: SCENDONO IN PIAZZA LE COSTRUZIONI

26.11.14 Domani tornano in piazza i lavoratori delle costruzioni, con una giornata di mobilitazione nazionale che si articolerà in 20 iniziative regionali: numerose manifestazioni e  presidi con conferenze stampa e incontri con Prefetti e rappresentanti istituzionali (Aosta, Milano, Bolzano, Trieste, Venezia, Genova, Grosseto, Bari, Potenza, Isernia e Pescara il 29 novembre); alcune manifestazioni nei cantieri (Cosenza - direzione regionale Anas, Fabriano – cantiere della Quadrilatero, Ragusa – i cantieri mai partiti di due opere stradali; due iniziative al chiuso  (Orvieto, convegno sui fondi dell’alluvione, Bologna, assemblea regionale dei lavoratori). E poi uno sciopero generale regionale di otto ore in Campania, con grande manifestazione a Napoli. Ed ancora, in Sardegna una manifestazione regionale a Nuraghe Losa Abbasanta, che apre una due mesi di mobilitazione regionale degli edili sardi.  Ed infine, un presidio al Lingotto di Torino, in occasione dell’apertura della rassegna internazionale “Restructura”,  ed un imponente presidio a Roma, a partire dalle 9.30 davanti il ministero delle infrastrutture, dove si svolgerà un comizio dei segretari generali di Fillea Filca Feneal, Schiavella Pesenti e Panzarella. iniziativa autonoma anche di restauratori ed archeologi, che si ritroveranno nel pomeriggio a Roma, dalle ore 16 in piazza del Campidoglio, con lo striscione “non siamo a costo zero”.
Potrete seguire le iniziative in diretta twitter con hashtag #inlottaxilfuturo, e attraverso la diretta sulla webradio della Cgil Radio Articolo 1 (ore 11 – 12).

#INLOTTAXILFUTURO

11.11.14 Al sesto anno consecutivo di crisi del settore delle costruzioni appare ormai evidente che le ricette messe in atto finora per contrastarla siano state fallimentari. e sole politiche dei tagli sulla spesa degli investimenti e di allentamento delle regole non producono lavoro. Anche quest'anno, nonostante i dati, confermino un ulteriore calo del 10% degli occupati arrivando a circa 800.000 posti di lavoro bruciati dall'inizio della crisi, nei provvedimenti adottati dal Governo non si avverte un radicale cambiamento di quelle politiche e i timidi segnali positivi restano largamente insufficienti a dare risposte adeguate ai lavoratori del settore e ad un Paese che avrebbe quanto mai bisogno di un imponente piano di interventi di messa in sicurezza del territorio e del patrimonio edilizio e in infrastrutture strategiche.
Per queste ragioni i lavoratori del settore delle costruzioni chiedono con forza risposte concrete capaci davvero di rilanciare la buona occupazione e di rispondere ai bisogni del Paese.
Per questo il 27 Novembre si svolgerà una giornata di mobilitazione nazionale del settore delle costruzioni, promossa da Fillea Filca Feneal, con manifestazioni e presidi regionali. Su Facebook e Twitter gli aggiornamenti in tempo reale. HashtagTwitter #inlottaXilfuturo

IL VOLANTINO CON LE RICHIESTE DEL SINDACATO  >>

IL BANNER DELLA MOBILITAZIONE >>

LA LOCANDINA >>

LA PIATTAFORMA UNITARIA >>

LA MAPPA DELLE INIZIATIVE >>

IL MATERIALE PER LA STAMPA >>

I MANIFESTI REGIONALI:

 





FILLEA CGIL NAZIONALE Via G.B. Morgagni 27 - 00161 Roma - Tel: ++39 06 44.11.41 fax: ++39 06 44.23.58.49 - C.F. 80205310586 - Discalimer