Agenda

Non ci sono eventi al momento.



Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Home Integrativi Territoriali EDICOLA. SOTTOSCRITTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILIZIA INDUSTRIA DI BOLOGNA
EDICOLA. SOTTOSCRITTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILIZIA INDUSTRIA DI BOLOGNA

03.10.16 "Un innovativo in grado di legare gli incrementi retributivi alla produttività e alla presenza del lavoratore nel cantiere e nell'impresa». è questo il punto cardine del contratto territoriale provinciale che l`Ance, Associazione dei costruttori edili, ha siglato giovedì con Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil dopo più di un anno di trattative. Un accordo che incide direttamente sulla vita e i guadagni di oltre 5mila dipendenti delle imprese industriali edili in città e provincia." E' quanto scrive il Resto del Carlino edizione Bologna, che riporta il giudizio dei sindacati.


L'articolo prosegue:

«Lo sviluppo - spiegano i sindacati in una nota congiunta- con questo contratto è fondato sulla qualità del lavoro, sulla qualificazione e selezione delle imprese, sulla qualità del costruito, sulla difesa dei livelli occupazionali con particolare riguardo ai giovani ed agli over 50, per i quali abbiamo concordato premialità per le imprese che stabilizzeranno tali rapporti di lavoro, sul contrasto all`infiltrazione malavitosa e sulla valorizzazione delle imprese regolari».

IL CONTRATTO. Fanno sapere quindi le parti, «accompagna i timidi segnali di ripresa sul territorio, e dimostra che si può sfidare la crisi con imprese responsabili valorizzando il lavoro, la legalità e la sicurezza nei luoghi di lavoro».

Esulta anche Ance, che spiega «Con questo nuovo accordo assicureremo aumenti medi mensili di circa 7-10 euro, esclusivamente legati all`apporto effettivo del dipendente e incrementeremo la partecipazione dell`azienda al pasto giornaliero, dall`85% al 90%».

Contestualmente alla firma è stato siglato anche un protocollo d`intesa grazie al quale le parti, fa sapere Anci, «collaboreranno per la qualificazione del settore delle costruzioni edili, la contrattazione e l`operatività degli enti bilaterali del settore, l`innovazione tecnologica e organizzativa delle imprese».

Nei patti, infine, rientra anche la sperimentazione one di un contratto di cantiere, che si applica per gli appalti pubblici e privati superiori a 5 milioni di euro. 

  Scritto da Comunicazione   





FILLEA CGIL NAZIONALE Via G.B. Morgagni 27 - 00161 Roma - Tel: ++39 06 44.11.41 fax: ++39 06 44.23.58.49 - C.F. 80205310586 - Discalimer