Agenda

Non ci sono eventi al momento.



Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Home News Legno EDICOLA. SOLE 24 ORE: LEGNO - ARREDO, PARTE IL CONFRONTO PER IL RINNOVO DEL CCNL
EDICOLA. SOLE 24 ORE: LEGNO - ARREDO, PARTE IL CONFRONTO PER IL RINNOVO DEL CCNL

14.01.16 "Un contratto più moderno a cui si arriverà quando ci saranno le condizioni per farlo. Secondo quanto riferiscono fonti sindacali è questo l`obiettivo di Federlegno-Arredo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore che interessa 260mila addetti (l`intera filiera occupa 360mila persone)." E' il racconto di Cristina Casadei per il Sole 24 Ore di oggi, che ha raccolto le prime impressioni di Marinella Meschieri sul tavolo per il rinnovo del CCNL legno-arredo industria.

L'articolo prosegue:

Nel primo incontro tra le parti, Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Uiltec hanno presentato la loro piattaforma con cui rivendicano un aumento di 115 euro a regime per il livello medio di riferimento. Senza prevedere la negoziazione di alcun conguaglio inflattivo, come accaduto in altri settori tra cui la chimica, la gomma-plastica o il cemento, perché, spiega Marinella Meschieri, segretario nazionale della Fillea, «nel contratto del legno non vi è alcuna clausola che prevede che, qualora l'inflazione sia sopra o sotto quanto previsto, cí sí debba incontrare per valutare e fare il punto sui recuperi dal lato delle imprese o dal lato dei lavoratori».

Su questo le imprese non si sono espresse. Oltre all`aumento a livello nazionale la piattaforma sindacale affronta una molteplicità di temi Innanzitutto quello della formazione professionale, dell`innovazione di processo e di prodotto così come quello dellaresponsabilità sociale. Gli appalti rappresentano per i sindacati una questione non secondaria su cui si chiede di avviare a livello aziendale una serie di incontri per verificare se ci sono le condizioni per internalizzare la produzione o, in alternativa, l`introduzione di una clausola solidale. Sui diritti di informazione la piattaforma chiede che vengano abbassate le soglie che vengono considerate troppo elevate. Molta attenzione viene infine dedicata alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro.

I sindacati hanno valutato in maniera proficua il tavolo sulle politiche industriali, sperimentato in questi anni dal settore, in cui sono stati discussi molti temi e «sono statiraggiunti risultati interessanti - ricorda Meschieri - per perseguire gli obiettivi comuni e provare a rafforzare il settore».

Il prossimo appuntamento del tavolo è in febbraio. L`incontro di ieri tra le parti è stato interlocutorio, senza che la delegazione di Federlegno abbia espresso alcun parere puntuale sulla piattaforma sindacale: ai sindacati è stato però detto che le imprese hanno bisogno di ulteriore tempo per fare tutti gli approfondimenti necessari ed entro un paio di settimane verrà comunicata la data del prossimo incontro in cui potrebbero arrivare le prime risposte sui singoli temi. Hanno comunque anticipato alcune considerazioni generali e cioè che il rinnovo di questo contratto non sarà semplice perché la situazione di crisi pesa ancora e la domanda interna non si è ripresa Riccardo Gentile, segretario nazionale della Filca Cisl, osserva che «gli indicatori economici sono positivi, nonostante la domanda interna fatichi a riprendersi. Le condizioni in cui viene rinnovato questo contratto sono buone, soprattutto se consideriamo che negli ultimi 5 anni abbiamo rinnovato due contratti in piena crisi. Dovremmo avere meno difficoltà in questo rinnovo, se le aziende decidono di avviare un confronto serrato. Da parte nostra c`è la volontà di fare il contratto».

  Scritto da Comunicazione   





FILLEA CGIL NAZIONALE Via G.B. Morgagni 27 - 00161 Roma - Tel: ++39 06 44.11.41 fax: ++39 06 44.23.58.49 - C.F. 80205310586 - Discalimer